09 set 2015

Everything everything (Noi siamo tutto) - Nicola Yoon » Recensione

Buon mercoledì anime :)
Nonostante sia mercoledì salterò l'appuntamento con WWW Wednesday perchè ho qualcosa che spero vi possa piacere di più.
Anche ieri ho pubblicato una recensione (magari state pensando che sono noiosa, sempre a recensire) ed ho provato a renderla più lunga aggiungendo anche parti della storia. Spero vi sia piaciuto leggerla, fatemi sapere cosa ne pensate. Preferite quelle più corte o più lunghe tipo quella di Ricordati di guardare la luna?
Beh, oggi vi porto la recensione di un libro che ha da poco visto la luce (?)
Everything everything di Nicola Yoon è stato, infatti, pubblicato solo il primo settembre ed io ho avuto la possibilità di leggerlo grazie a Netgalley. (Appena avrò pubblicato questa recensione pubblicherò anche quella in lingua lì)
E' stato il primo libro che ho finito in lingua. In passato ne avevo iniziati tanti ma mai finiti, non so bene perchè. Però sono fiera di me. (?)


AGGIORNAMENTO AL 28/04/2017: Il libro in italiano, con il titolo 'Noi siamo tutto' uscirà il 16 Maggio, edito da Sperling & Kupfer.
La copertina è ispirata al film tratto dal libro.




➳ Titolo: Everything everything
➳ Autrice:  Nicola Yoon
➳ Casa editrice: Delcorte Books for Young Readers
➳ Pagine: 320
➳ Genere: Young Adult
➳ Data di pubblicazione:  1 Settembre, inedito in Italia


➳ Trama

My disease is as rare as it is famous. Basically, I’m allergic to the world. I don’t leave my house, have not left my house in seventeen years. The only people I ever see are my mom and my nurse, Carla.

But then one day, a moving truck arrives next door. I look out my window, and I see him. He’s tall, lean and wearing all black—black T-shirt, black jeans, black sneakers, and a black knit cap that covers his hair completely. He catches me looking and stares at me. I stare right back. His name is Olly.

Maybe we can’t predict the future, but we can predict some things. For example, I am certainly going to fall in love with Olly. It’s almost certainly going to be a disaster.

La mia malattia è tanto rara quanto famosa. Sono allergica al mondo. Non lascio casa mia, non l'ho mai lasciata da diciassette anni. Le uniche persone che ho mai visto sono mia mamma e la mia infermiera, Carla.
Ma un giorno, un camion per i traslochi si ferma nella casa accanto. Guardo dalla mia finestra e lo vedo. E' alto, magro e si veste completamente di nero - maglietta nera, jeans neri e scarpe nere, e un capellino nero di lana che copre completamente i suoi capelli. Mi scopre guardando e mi fissa. Io lo fisso di rimando. Il suo nome è Olly.
Forse non possiamo prevedere il futuro, ma possiamo prevedere alcune cose. Per esempio, io mi innamorerò sicuramente di Olly. E' quasi sicuro che sarà un disastro.

➳ Recensione

Un po' di tempo fa ho richiesto questo libro su Netgalley perchè all'inizio mi aveva colpito la copertina - lo ammetto- e poi la trama. Ho visto che sarebbe stato archiviato il primo settembre e quindi mi sono ripromessa di riuscire a leggerlo in tempo, ed immaginate un po'? L'ho finito più tardi, io e la puntualità non siamo mai andate d'accordo.
Appena l'ho iniziato ho scoperto di esserne diventata dipendente. 

Madeline ha perso un sacco di prime volte nella vita. Non ha mai visto il tramonto in spiaggia, non è mai andata a scuola, non ha mai viaggiato, non si è mai innamorata, non ha mai lasciato la casa da che si ricordi. 
Nonostante una rara malattia la costringa a stare all'interno delle mura di casa lei non si arrende. Continua a fare quello che più le piace, legge, segue le lezioni su Skype, cerca di immaginare delle diverse vite per sfuggire alla sua.
Ha un immaginazione tanto fervida che in ogni libro che possiede scrive la lista delle ricompense per chi mai troverà uno di quei libri.
  • Picnic con me (Madeline) in un campo pieno di papaveri, gigli, calendule "man-in-the-moon" pieno di pollini, sotto un cielo blu estivo.    

  •        Prende un tè con me (Madeline) in un faro nel bel mezzo dell'Oceano Atlantico in mezzo ad un uragano

  •   Fare snorkel con me (Madeline) a Molokini per trovare il pesce ufficiale delle Hawaii, il Humuhumunukunukuapua'a                                   

 (Piccolo esempio)
E' difficile resistere al desiderio di uscire da quella bolla e vivere davvero la sua vita ma lei resiste, anche grazie all'amore di sua madre e della sua infermiera.
Carla, infatti, diventerà la sua più grande complice. 
L'amore non uccide.
Ecco ciò che le dice.


Il libro inizia subito con Madeline e con la sua innata voglia di vivere. Non fa la vittima, non si lamenta sempre con la vita per averle dato quello che ha, anzi, cerca sempre del positivo in questo. La sua curiosità sul mondo è contagiosa, pagina dopo pagina cerca di farti capire com'è bello ed unico il mondo che ci circonda. Noi che possiamo sempre uscire ed esplorare non lo facciamo o non prestiamo la giusta attenzione a quello che ci circonda, mentre lei che vorrebbe essere fuori dalla sua casa non può farlo.

E' amore a prima vista con Olly. Come dice la trama lei sa da subito che si innamorerà di lui e sarebbe scontato dirlo.
Olly è come un alieno nella vita di Maddy - così la chiama lui -. Lui è tutto ciò il contrario di ciò che è lei. Veste sempre di nero, corre sempre dei rischi, vive fuori.
Ed è lui che piano piano farà crescere il seme della speranza nel cuore di Madeline.
All'inizio cominciano a sentirsi tramite IM cosa che diventerà un'abitudine ma dopo entrambi vorranno di più, sarà possibile?

La facilità con cui i due ragazzi parlano ti lascia stupito. E' come se si conoscessero da sempre, so che spesso è così nei libri ma qui è diverso. Non c'è il dramma che aleggia sopra le loro conversazioni. Molto spesso riuscite a dimenticare che Madeline è malata e sembrano quasi vecchi amici che scherzano l'uno con l'altro.

Maddie non vuole rischiare però, per tutta la vita ha sempre saputo che se fosse entrata in contatto con il mondo di fuori sarebbe potuta morire. Ma Carla -quanto l'ho adorata- le fa capire che
Il peggior rischio nella vista è non correre rischi
Forse ne vale la pena.

Il lettore scivola nel mondo di Maddie con facilità, come se lei ci lasciasse uno spazio aperto all'interno della sua vita. Le sue ansie diventano le nostre e ciò che unisce Olly e Madeline diventa quasi palpabile.

Ma non è tutto rose e fiori. Tra i vari problemi di Olly e quelli di Maddie che ha mentito a sua madre, tra di loro le cose non vanno a gonfie vele, per nulla.
Ma non è tutto perduto.
Si ricorda di essersi seduto a fare colazione al bar e si ricorda di aver mescolato il latte con il cioccolato. Come il cioccolato diventò bianco, e come il latte diventò marrone, e come alle volte non puoi separare le cose, non importa quanto tu lo desideri.

Ed è qui che Madeline tira fuori gli artigli. La sua malattia non dev'essere un ostacolo. Lei vuole vivere. E per un momento si dimentica di non poter uscire, di poter morire. Lei agisce in nome della curiosità e dell'amore. Dell'amore innato che lei ha per tutto il mondo fuori da casa sua.

Ho amato questa scena con tutta me stessa. Nonostante nella vita sia una persona previdente, nei libri divento il contrario. E l'autrice, attraverso Madeline, è riuscita a suscitare in me sensazioni bellissime. Quella voglia di esplorare, di cambiare aria.
Bisogna correre dei rischi per poter dire di aver vissuto.


DIZIONARIO DI MADELINE
ocean /ˈəʊ.ʃən/ n. pl. -s. 1. L'infinita parte di te che non hai mai conosciuto ma che sospettavi fosse lì. 

Ma sfortunatamente quei piccoli momenti di pura gioia terminano e l'immediato futuro porterà a galla dubbi e segreti che sconvolgeranno la vita dei protagonisti e anche il lettore. Ma non sta a me ''spolierare'' il libro. Ho già detto troppo.


Ho amato questo libro così com'è. Con tutti i difetti che il mondo gli può trovare ma io son riuscita a vedere solo la storia di Mad che è riuscita a portarmi con sè grazie allo stile facile dell'autrice. E' un libro che, nonostante i drammi, non è pesante da leggere, anzi. I personaggi son stati caratterizzati benissimo da Olly alla madre di Mad, da Carla a Mad. Ognuno ha avuto un ruolo rilevante per la storia che senza uno di questi pezzi non sarebbe stata così bella.


Voto: 5 frecce su 5
L'amore fatto a carta.



















15 commenti:

  1. Complimenti per la prima lettura in lingua :D Vedrai diventerà sempre più semplice :) Comunque questo libro mi ispira moltissimo, voglio assolutamente leggerlo *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo, perchè ho in programma di leggerne molti altri ahah :)
      Leggilo, a me è piaciuto troppo ♡

      Elimina
  2. Ciao! Ti ho scoperto dal link party della Quintessenza dei libri e adesso non ti libererai facilmente di me :D mi piace tantissimo il tuo blog e come scrivi!
    Anche io vorrei iniziare un libro in lingua ma ho paura di non riuscire a capirci niente ahahaha :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla la tua presenza sarà solo un piacere :)
      Grazie mille ♡
      Prova, pagina dopo pagina sembra diventi più facile. Qualche parola non la capisci ma se capisci il concetto è fatta!

      Elimina
  3. Sai per caso se questo libro è stato o sarà pubblicato,in italia?
    Bellissimo Blog!❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao:)
      Non è ancora stato pubblicato, avevo letto che la Sperling & Kupfer voleva acquistare i diritti ma sfortunatamente non so altro. Grazie mille per il complimento^^

      Elimina
  4. Ma c'è il libro in italiano?

    RispondiElimina
  5. il libro in italiano quindi ancora non c'è?

    RispondiElimina
  6. Ciao bella recensione, mi sono davvero incuriosita a questo libro e non so se riesco ad aspettare che esca in italiano ma non sono abituata a leggere libri in inglese e non so benissimo la lingua, perciò ti volevo chiedere che difficoltà di inglese presenta se è un inglese articolato o scorre velocemente con parole semplici...fammi sapere grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un inglese molto semplice, è ricco di parole comuni e da 'giovani', quindi non credo tu possa riscontrare problemi.
      Nel caso son qui :)

      Elimina
  7. Ciao, ho letto la tua recensione e il libro sembra davvero piacevole. Prossimamente dovrebbe uscire il film e spero possano tradurre in Italiano anche il libro.
    La tua recensione mi ha incuriosita molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero anche io, nel frattempo ci potremmo godere il film :)

      Elimina

Ditemi cosa ne pensate, i vostri commenti migliorano il blog. :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...