AVVISO


- AVVISO -

Si informano tutti i lettori e in particolare le case editrici e gli autori che il blog è attualmente "chiuso" per tutte le eventuali richieste di segnalazione e recensione.
Vi prego di rispettare tale decisione e quindi evitare mail con queste richieste.
La decisione è stata presa in modo da poter pubblicare tutte le segnalazioni/recensioni già in lista.
Grazie mille a tutti e buona permanenza nel blog. :)

26 nov 2017

Quattro blog per un autore: Waiting - Daniel di Benedetto

Ed eccoci anche oggi qui, in questa domenica di sole^^
Un nuovo appuntamento con la rubrica ''Quattro blog per un autore'' ci aspetta. Oggi un nuovo romanzo di narrativa sarà sotto i riflettori!

➳ Titolo: Waiting
➳ Autore: Daniel Di Benedetto

➳ Genere: Narrativa
➳ Editore: Dark Zone

➳ Prezzo €12,90 cartaceo €0,99 ebook 


➳ Trama
Tutti siamo in perenne attesa. Qualcosa che potrebbe accadere. Qualcuno che deve arrivare o partire, magari per sempre. Una vecchia panchina di legno, all'ombra della grande quercia in un parco comunale, è il palcoscenico delle storie che si muovono capitolo dopo capitolo. Un susseguirsi di personaggi che si incontrano, si sfiorano, si sfuggono, rappresentano la varie fasi della vita e le diverse sfumature dell'attesa. Una storia dall'andamento circolare, che si svolge nell'arco temporale di una settimana e che vede il suo inizio e la sua fine tratteggiati dagli stessi occhi innocenti, quelli di una bambina in attesa del ritorno del padre. Un sorriso, una carezza, un'assenza, un dolore. C'è spazio per ogni emozione, seduti giorno dopo giorno su quella panchina. 
Oggi verso il domani, semplicemente aspettando..

“E ADESSO SCRITTORE… CONTINUA TU!”
Conosciamo l’autrice attraverso la sua scrittura.
L’autrice potrà scegliere tra:


A) DARE SFOGO ALLA SUA SCRITTURA CREATIVA SCEGLIENDO UNO DEI TRE QUESITI PROPOSTI 

B) DARE ORIGINE A UN RACCONTO BREVE SCEGLIENDO TRA TRE INCIPIT


A) 


1)  Facciamo un tuffo nel passato. Se potessi parlare con te stesso quando avevi dieci anni, cosa ti diresti? Cosa vorresti rivelare a quel bambino del suo futuro? Scrivi una lettera indirizzata a te quando frequentavi le elementari.


Caro piccolo me, non so quando avrai la possibilità di leggere queste righe. Ti guardo e vedo un bambino sorridente, con una voglia matta di andare a giocare a pallone con i tuoi amici come vedi fare tutti i giorni alla tv con Holly e Benji, oppure ricreando le mosse dei vari Baggio, Schillaci e Zenga, festanti e felici nelle calde notti d’estate italiana. Sai, stai crescendo in fretta e molte cose cambieranno nelle tue giornate. La domenica a letto fino a tardi, non sarai più svegliato dalla musica di tuo padre sparata a tutto volume. E la sveglia non avrà sempre il dolce suono della voce di tua mamma che ti prepara la colazione e ti protegge da tutto e da tutti. Ti osservo, sei pieno di sogni e le storie che inventi e che fai leggere alla maestra, a puntate come fossero serie televisive, potrebbero avere un seguito, un giorno. Non lasciare mai che la realtà spenga i tuoi pensieri e chiuda a chiave il cassetto dei desideri. Prima o poi, potresti vedere il tuo nome e cognome scritto in calce su un libro vero. E quel momento sarà indescrivibile nella sensazione di completezza e onnipotenza in cui ti sentirai. Non importa se venderai una sola, cento o duemila copie. Sarà qualcosa di tuo. E nessuno potrà togliertelo. Non aver paura di voler bene alle persone. E dì a quella bimba che ti piace tanto. Accorcia le distanze dal mondo che ti circonda, perché il mondo, caro bimbo sorridente, non sempre ti aspetterà assecondando i tuoi tempi. Ti ritroverai con una etichetta appiccicata addosso e dovrai fare i salti mortali per convincerli che tu non sei quello che loro pensano di te. Non solo. Impara ad ascoltare tutti, a perdonare e non giudicare mai. Potrai ritrovarti un giorno nella stessa situazione che ora ai tuoi occhi sembra una cosa impensabile. Vorrai avere orecchie amiche e sincere pronte a tenderti una mano, se occorre anche a prenderti a sberle. Non dovrai sentirti solo, nemmeno per un istante. Abbi il coraggio di mettere il seme della serenità e del sorriso ovunque. E se avrai la possibilità di avere una famiglia tua, insegna a tua figlia (perché qualcosa mi dice avrai una piccola Principessa col tuo stesso sorriso) il rispetto e l’amore verso gli altri e verso se stessa. Prima o poi vedrai, il bene che farai ti tornerà indietro con gli interessi. Non ti dirò molto altro, caro piccolino occhialuto che mi guardi spaurito. Vivi, tutto. Sempre e comunque. A costo di dover buttare via tutto e ricominciare da zero. Respira a pieni polmoni ogni singolo giorno, non darti sempre colpe che non hai e infine, ultimo ma non ultimo, ricorda la cosa più importante di tutte. Sorridi. Sempre Il te stesso più grande.


Le altre giornate riguardanti questo libro:

1° giornata: In compagnia di una penna - La copertina del libro
2° giornata: Leggendo insieme - La vita divertente di un autore
3° giornata: Gli occhi del lupo - Autore vs Personaggio

Nessun commento:

Posta un commento

Ditemi cosa ne pensate, i vostri commenti migliorano il blog. :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...