25 apr 2017

FESTEGGIAMO I DUE ANNI DEL BLOG: Little Linky Party

Buongiorno a tutti e buon 25 Aprile!
In questa giornata di festa da voi fanno qualche manifestazione? Parteciperete, nel caso?
Nonostante ciò spero di poter attirare la vostra attenzione anche solo per un qualche secondo.

Il blog, questo mese, ha compiuto la bellezza di due anni.
Lo so, sembra impossibile anche a me. 
(Soprattutto perchè è raro che un qualcosa che decido di fare duri per così tanto.......)

Comuuuuunque.
Volevo, prima di tutto, ringraziare ogni singolo lettore, ogni singola persona che anche se per caso sia passata di qui. Voi siete il motivo per il quale io stia continuando a pubblicare.
Vorrei ringraziare ogni autore/casa editrice che ha deciso di prendermi in considerazione per segnalazioni, recensioni ed eventi.

E con l'augurio di rinnovare il blog per altri anni vi propongo un piccolo modo per festeggiare.
Un Little Linky Party.





Credo che molti di voi già conoscano il funzionamento di questi eventi.
Per chi non lo conosce è abbastanza facile.
E' aperto a coloro che abbiano un blog, una pagina Facebook o ciò che vorrete segnalare e far conoscere a coloro che parteciperanno e non.

  1. First of all, dovete essere iscritti come lettori fissi al mio blog.

  2. Dovete spargere un po' la voce del Party, cercando di invitare almeno 3 blog. (Non è obbligatorio che partecipino, possono anche voler ignorare la notizia, però è per far conoscere di più l'evento.

  3. Dovete seguire almeno due/tre blog nella lista dei partecipanti. Non prendete questo punto solo come un obbligo. Utilizzate questo per scoprire nuovi blog, per confrontarvi con i pensieri altrui.

Al momento dell' ''iscrizione'' al Party dovete scrivere -tramite commento qui sotto- il link del vostro blog, i blogs/pagine Facebook/etc che avete invitato, e il/i tema/i che tratta il vostro blog/pagina etc.
Solo perchè il mio blog tratta di libri non significa che i partecipanti debbano trattare dello stesso tema, anzi.
Variamo.

Potete, facoltativamente, pubblicizzare l'evento sui vari social e/o utilizzare il banner nei vostri blog.

Se... raggiungeremo i 33/35 partecipanti al Linky Party entro fine Giugno/inizio Luglio -data da definire- ...

Vi sarà un giveaway che in quel caso vi proporrò.
(eheheheh)


Ad ogni vostro commento la lista verrà aggiornata.
Per ora è questa:

Vento di Libri (lit-blog)













18 apr 2017

Cosa ci porta il vento #57 Segnalazione: Camera 101 - Enea Tonon

Buonasera a tutti!
Fare gli auguri di buona Pasqua in ritardo non è proprio il massimo ma spero che comunque abbiate passato delle serene giornate, almeno per scaricare quello stress che ci attanaglia giorno dopo giorno in questa società frenetica.
E perchè non staccare un bel libro?
Oggi vi propongo un libro per coloro che hanno gusti un po' osé, se così possiamo definirli.

➳ Titolo: Camera 101 - L'osceno è la radice del piacere
➳ Autore:  
Enea Tonon
➳ Pagine: 
107
➳ Genere:
 Narrativa erotica
➳ Prezzo€4,99 kindle

➳ Trama

Una giovane donna riconosce nel suo sadismo l'unico sublime godimento.
Oltre il piacere, si snoda la vera storia dell'amore sadico, che una giovane donna crudele, vive senza regole né scrupoli. Con gelida determinazione, cerca l'estasi dei sensi attraverso la sua lucida brutalità, convinta che il piacere sublime sia quello spietato, in cui il proprio esercizio della cattiveria sia reso del tutto possibile e completamente disponibile. Ritiene che il piacere sia possente, determinato e dilagante, perché scritto nel DNA, mentre l'amore è invece per lei, un sentimento debole, che trova le sue origini in ambito culturale. Riconosce la sua essenza intrisa di sadismo, come l'unica possibile per lei e esercitare la crudeltà, il solo modo per raggiungere un godimento sublime. Costruisce una sua etica morale, in cui non c'è posto per la pietà umana e la giustizia, arrogandosi ogni diritto, pur di giustificare e ottenere quel che desidera.


➳ Angolo dell'autore


Enea Tonon nasce a Pozzuoli il 20-08-1945.
Subito la sua famiglia emigra in Francia, dove trascorre l’infanzia a Saint Marie Aux Mines, un piccolo paese alsaziano, e la sua lingua madre sarà il Francese.
Imparerà l’italiano quando torna in Italia, all’età di nove anni, poiché in casa la madre parlava napoletano e il padre veneto e niente italiano.
Impara molto presto a leggere e a sei anni, ruba i libri gialli che il padre nasconde sotto il materasso, per leggerli avidamente di nascosto, e ancora ricorda alcuni titoli: Malaise a Milan, La fournaise infernal, La nuit des espion, les rats du Tamige.
Probabilmente quelle letture hanno generato in lui il desiderio di scrivere e, infatti, a quattordici anni termina un primo romanzo giallo, poi un articolo sugli orrori della guerra d’Africa, un saggio su De Sade, e infine un secondo romanzo a diciassette anni.
Quest’ultimo romanzo è inviato all’editrice GEI (Grandi edizioni internazionali) di Roma, che chiede un incontro a Roma e decide di pubblicarlo.
Deve solo fare le bozze e poi sarebbe stato pubblicato ma, la vita decide diversamente e dopo aver stracciato tutto, lascia la famiglia a diciotto anni e da allora non ha più voluto scrivere nulla.
Trascorre l’adolescenza nel veneto, poi all’età di diciotto anni, va a vivere da solo a Napoli, dove risiederà fino a trentatré anni, e infine si sposta in Emilia, dove ora risiede.
Lavora nel settore tessile da sempre e negli ultimi venti anni, la sua professione in tecnologia tessile, lo porta a viaggiare di continuo, prima in Italia e poi in altri paesi lontani.
Tra un viaggio e l’altro, trascorre circa un anno in India e un altro in Iran, e tra i paesi in cui ha lavorato per tempi più brevi, c'è l’Argentina, il Messico, l’Uruguay, la Russia, la Turchia, la Spagna e altri.
“Camera 101 – L’osceno è la radice del piacere –“ è il suo primo libro, cui ne seguiranno altri due.

09 apr 2017

Cosa ci porta il vento #56 Segnalazione: Ritratto di dama - Giorgia Penzo

Buongiorno e buona domenica a tutti coloro che son capitati qui sul mio blog.^^
Come state passando questa domenica primaverile?
Io oggi ho deciso di dedicarmi quasi totalmente a me stessa, ogni tanto me lo devo.
Non dimenticatevi mai di voi stessi, anche se questo sembra un controsenso pensateci su.

➳ Titolo: Ritratto di dama
➳ Autrice:  
Giorgia Penzo
➳ Editore: 
CartaCanta
➳ Pagine: 
152
➳ Genere:
 Narrativa romantica
➳ Prezzo€13,00 cartaceo (- 15% 11,05)

➳ Trama

Il viaggio di due anime che si amano da sempre e che combattono per incontrarsi, una favola metropolitana dalle atmosfere parigine. Notte di San Lorenzo. Seduta su una panchina di fronte a Notre Dame una ragazza sembra aspettare qualcuno. Guillaume, studente di Storia dell'arte, la nota da lontano. Incrocia il suo sguardo e ha un sussulto: è identica alla famosa Belle Ferronnière ritratta da Leonardo da Vinci. Con una immediata complicità, dal Point Zéro inizia la loro passeggiata attraverso la Ville Lumière. I due parlano di ciò di cui è fatta la vita: arte, fato, desideri, morte. Ma soprattutto d'amore. A un passo dall'alba, la ragazza svela a Guillaume il suo segreto...

"In realtà un colpo di fulmine è un ricordo. Un ricordo non della mente, ma del cuore, che ci sussurra: hai amato quella persona in un altro tempo, in un'altra vita."


➳ Angolo dell'autrice


Giorgia Penzo (Reggio Emilia, 1987) è laureata in Giurisprudenza e appassionata di storia, mitologia classica, cinema e arte. Nel 2013 pubblica una duologia urban fantasy (Red Carpet e Asphodel Editrice GDS) che riscuote grande successo. Si autodefinisce una nerd, nata nel posto sbagliato, nell'epoca sbagliata e laureata nella facoltà sbagliata. Forse per questo che il suo blog conta circa 6000 iscritti e il suo profilo Twitter 18.000 follower.

05 apr 2017

Oltre noi l'infinito - Jay Crownover (Marked Men #2) » Recensione

Buonasera a tutti! Come state?
Perdonate la tarda ora in cui pubblico il post ma spero che qualcuno sveglio e curioso ancora ci sia.. e poi ci sono i giorni a seguire per vedere un po' di cosa parleremo qui.

➳ Titolo: Oltre noi l'infinito
➳ Autrice:  
Jay Crownover
➳ Serie: 
Marked Men (in Italia The Tattoo series) #2
➳ Editore: 
Newton Compton Editori
➳ Genere:
 New adult
➳ Prezzo€5,90/9,90 cartaceo €2,99 ebook

➳ Trama

Con i suoi pantaloni di pelle aderenti, un profilo tagliente e un’aria misteriosa, Jet Keller è il protagonista delle fantasie più sfrenate di ogni ragazza. Ayden Cross è cresciuta accanto a tipi poco raccomandabili e di certo non ha intenzione di farsi abbindolare dagli occhi scuri e ipnotici di Jet. Ha paura di bruciarsi, ma, nonostante tutto, anche solo essere sfiorata da lui la accende. Jet non riesce a resistere alle gambe chilometriche di Ayden, infilate in quegli stivali da cowboy, che sembrano sfidarlo. Eppure, più gli sembra di esserle vicino, tanto più è forte la sensazione di non conoscerla. E nel momento in cui capirà di volerla a qualsiasi costo, dovrà fare i conti con qualcuno che ha un’idea di relazione completamente diversa dalla sua. La fiamma iniziale lascerà il posto a un amore duraturo, o consumerà i loro sogni lasciando solo cenere?

➳ Recensione

31 mar 2017

Cosa ci porta il vento #55 Segnalazione: Pieve Cipolla - Gianpiero Pisso



Buonasera a tutti ^^
Anche un'altra settimana sta volgendo a termine, grazie a Dio. Il sole rimane per più tempo con noi durante la sera e questo non può che migliorare il mio umore, a voi? Il cambiamento dell'orario ha portato qualche cambiamento nell'umore?


➳ Titolo: 
Pieve cipolla
➳ Autore:  
Gianpiero Pisso
➳ Editore: 
Le mezzelane
➳ Genere:
 romanzo rurale umoristico 
➳ Pagine:
381 ebook, 312 cartaceo
➳ Prezzo€5,99 ebook €15,90 cartaceo 
➳ Data di pubblicazione: Marzo 2017 
➳  ISBN:
9788899964351



➳ Trama

Pieve Cipolla, nelle Alpi bergamasche, uno dei tanti borghi delle nostre splendide vallate, è nato dalla fantasia dell’Autore. Non affannatevi a ricercarlo sulle cartine geografiche. Non lo troverete. In buona parte è però stato creato sulla base delle caratteristiche che accomunano i nostri paesini montani con economie basate sulla pastorizia, sull’agricoltura, sull’artigianato locale, dove gli anziani trascorrono il loro tempo giocando a carte, a bocce, bevendo qualche bicchiere di vino rosso in compagnia e raccontandosi le storie di tutti i giorni, perfino quelle che parlano di mostri orribili, creature terrificanti che giurano di aver visto tra i boschi e i pascoli della valle. I giovani attendono il momento propizio per lasciare il loro luogo natio, alla ricerca di fortuna altrove, dove le industrie, quelle vere, possono offrire opportunità concrete per le loro carriere e ambizioni, soddisfacendo parimenti il loro desiderio di evasione e di libertà. Questi paesini si depauperano ogni giorno, ma alcuni riescono fortunatamente a sopravvivere, conservando le loro economie ataviche, pur con enormi difficoltà e problemi. In questi borghi, tra le nostre montagne, tre sono le autorità riconosciute, quelle attorno alle quali ruotano il mondo rurale e gli interessi dei loro abitanti: l’autorità religiosa, rappresentata dal parroco del paese, sempre disponibile ad aiutare i suoi parrocchiani e impegnato nella cura delle anime; quella sociale e politica, impersonata dal primo cittadino eletto a tale carica e quella legale, che assicura la sicurezza e l’ordine del paese e che è garantita dal maresciallo dei Carabinieri. Esistenze, modi di intendere la vita, interessi e personalità talvolta diversi gli uni dagli altri, ma con il medesimo fine: cercare di donare benessere e prosperità alla comunità, costituita da paesani dalle mani callose e dalla cultura non sempre sviluppata, alla perenne ricerca di stratagemmi per raggranellare il necessario per sbarcare il lunario, talvolta utilizzando anche mezzi non propriamente leciti. In questi borghi, spesso difficilmente raggiungibili, dove talvolta il forestiero è guardato con ostilità, due qualità, mescolate tra loro, contribuiscono a forgiare il carattere degli abitanti: la generosità, estrinsecata nell’aiuto al prossimo e nel soccorso ai più deboli e l’orgoglio di avere in comune la nascita in quella valle, di sentirsi membri privilegiati di un’enclave che già era appartenuta ai loro padri, e ai nonni e ai nonni dei nonni. In genere questo porta gli abitanti della valle a diffidare degli stranieri, coloro che non abitano in valle, e a interessarsi, talvolta in modo eccessivo, dei fatti altrui, senza però che ciò venga visto come invasione della privacy o sconfinamento nella sfera privata. Questo comune provare un marcato senso di appartenenza dà agli abitanti di questi borghi il coraggio della critica e dello scambio di vedute, ma li rende anche proni a emettere giudizi affrettati e non sempre rispondenti a realtà, a una certa predisposizione al pettegolezzo e in alcuni casi anche a cavalcare la maldicenza e la ritorsione, portata a termine con piccoli dispetti.

Un romanzo alla Guareschi, l’ideatore di Peppone e don Camillo m                                                                                             
a senza politica e con molti personaggi maschili e femminili che ruotano attorno agli amici dello scopone scientifico che si incontrano tutti i pomeriggi al Circolo Bocciofila Ungaretti, davanti a un buon bicchiere di vino e che si raccontano e confidano le loro avventure, le loro aspirazioni, le loro vite e anche i loro amori.

➳ Angolo dell'autore

Nato in provincia di Varese, sul Lago Maggiore, dove attualmente risiede con la sua famiglia, l’autore è laureato in ingegneria aeronautica e ha, per molti anni, lavorato come dirigente industriale in grosse società italiane e multinazionali straniere.
Ama viaggiare e dedicarsi alle sue tre principali passioni: scrivere, leggere e dipingere ad acquarello.La sua narrativa, sempre attuale e talvolta ironica, rifugge dagli eccessi e vuole proporsi come una lettura spensierata, disinvolta e scacciapensieri.Vincitore del premio nazionale “Le Porte del Tempo” 2012, categoria Saggistica, con l’opera: La profezia del Cristo Pagano, edita da Eremon Edizioni. Ha pubblicato anche con Kindle l’e-book Rudiobus, il cavallo d’oro e con Eretica Edizioni, nel 2016, il suo romanzo mistery: La Tela del Maligno.

Con Pieve Cipolla l’Autore si è classificato al secondo posto al Premio Nazionale, editi e inediti, Parole di Terra 2016/17.

25 mar 2017

Dieci piccoli respiri - K.A. Tucker (Ten Tiny Breaths #1) » Recensione

Buongiorno e buon sabato a tutti ^^
Ultimamente mi faccio vedere sempre meno, lo so. Spero possiate perdonarmi senza ricorrere a forconi e torce infuocate.. okay, tutto regolare.

Oggi vi porto la recensione di un libro che ho letto in pochissimo tempo, questo già vi fa capire la sua scorrevolezza.
➳ Titolo: Dieci piccoli respiri
➳ Autrice:  
K.A.Tucker 
➳ Serie:
Ten Tiny Breaths #1
➳ Editore: 
Newton Compton Editori
➳ Genere:
 New adult
➳ Prezzo€5,90/9,90 cartaceo €4,99 ebook

 Amazon | Goodreads | Feltrinelli 
(c'è solo il libro con tutta la serie) | Newton Compton | Mondadori 

➳ Trama

L'amore è un biglietto di sola andata
E se fuggire via per sempre significasse trovare un nuovo amore?
Kacey Clearly ha solo vent’anni quando la sua vita va in pezzi. Un terribile incidente automobilistico le porta via i genitori, il fidanzato e la sua migliore amica. Dopo quattro anni trascorsi a casa degli zii nel Michigan, Kacey decide di fuggire via per sempre. Una notte lei e sua sorella Livie prendono un autobus per Miami e lì, nonostante le difficoltà economiche, possono finalmente ricominciare a progettare una nuova vita. Kacey però non è ancora pronta a lasciarsi alle spalle il passato e stringere nuove amicizie, neppure se a chiederglielo è l’affascinante vicino, Trent Emerson, un enigmatico ragazzo dagli ipnotici occhi blu. Eppure Trent è deciso a far breccia nel suo cuore, e presto Kacey dovrà smettere di chiudersi a riccio e arrendersi al suo amore...
Il suo cuore è stato spezzato, ma è arrivato il momento di sentirlo battere ancora.
Solo perché stai respirando non vuol dire che tu sia vivo...

➳ Recensione
(ATTENZIONE: SPOILER)


16 mar 2017

Cosa ci porta il vento #54 Segnalazione: I giardini incantanti - Stefano labbia



Buonasera a tutti ^^
Come state?
Oggi una nuova segnalazione per tutti voi.. si parla di poesia!
➳ Titolo: I giardini incantati
➳ Autore:  
Stefano Labbia
➳ Editore: 
Talos Edizioni
➳ Genere:
 poesia
➳ Prezzo€2,99 ebook

➳ Trama

Seconda silloge poetica del giovane autore romano Stefano Labbia: i versi di questa nuova raccolta, più maturi ed importanti, rispetto ai precedenti, ci trascinano in un giardino incantato fatto di sfumature vivaci e tinte forti: l'autore ci mette di fronte ad un afflato piuttosto originale, tanto che sembra coraggiosamente poco curarsi della lezione ermetica e avanguardista del Novecento rifacendosi forse ai crepuscolari (Corazzini, Gozzano, Govoni, ecc.) e recuperando l’intimismo e la “semplicità” a fronte del modernismo a tutti i costi. Versi, quelli presenti ne “I Giardini Incantati”, che sono il frutto di varie esperienze di vita e di rapporti umani contrastanti, fra sentimenti e risentimenti, amarezze e dolcezze, comuni a tutti noi esseri umani, figli dei tempi antichi e moderni. Per cui la poesia del Labbia è, come ella stessa dice della vita, “severa e ilare al tempo stesso”.

➳ Riflessioni dell'autore

L'autore si confida con noi, aprendo le porte del suo mondo, del suo vissuto: all'interno de “I Giardini Incantati” troviamo poesie centrate su una cifra stilistica originale e su una dimensione espressiva che si confronta con temi esistenziali, mantenendo la forza simbolica e la carica emotiva del testo. Sono testi efficaci, quelli del poeta romano, classe 1984, che, oltre a possedere una certa originalità di impostazione, elaborano un linguaggio vivo, moderno e coinvolgente, valorizzando efficacemente l'itinerario espressivo e i contenuti in una chiave personale e significativa, di grande essenzialità. Il Labbia insomma riesce a coniugare l'aspetto lirico (proprio della poesia) con quello di canto attuale, moderno in un volume davvero significativo nel panorama poetico letterario italiano. I suoi versi sono sottolineati da belle immagini, sono incisivi e tutto l'impianto d'insieme è bene architettato, composto con avvedutezza e curato stilisticamente tanto da sembrare anche di poter cogliere un accoramento esistenziale che è sicura prova di genuinità espressiva dell'autore. 


10 mar 2017

Cosa ci porta il vento #53 Segnalazione: Un accordo maggiore in sottofondo - Ugo Cirilli




Buongiorno a tutti e buon venerdì!
Spero sia un venerdì soleggiato, il sole mette allegria, non trovate?

Oggi vi porto un nuovo libro che forse può aiutarci a trovare un po' di calma in questi periodi frenetici..
➳ Titolo: Un accordo maggiore in sottofondo
➳ Autore:  Ugo Cirilli
➳ Editore: Selfpublished

➳ Pagine: 225
➳ Prezzo: €2,99 ebook

➳ Trama

Chi è Stefano B.?
L’io narrante del romanzo si presenta, inizialmente, in maniera piuttosto misteriosa.
Scopriremo presto che si tratta di un giovane musicista e quello che stiamo leggendo è una sorta diario in cui, partendo dai ricordi dell’infanzia, arriverà a rievocare la sua breve e rocambolesca carriera.
Cos’è successo a quel ragazzo che si è fatto notare grazie a un video su YouTube?
Seguiremo l’ascesa di Stefano tra mondanità ridicole, singolari apparizioni televisive e interrogativi che lo accompagnano sempre: cos’è la felicità?
Cosa significa, in fin dei conti, realizzarsi davvero nella vita?
Non è facile classificare “Un accordo maggiore in sottofondo”, un romanzo di formazione degli anni duemila che, in due punti, si trasforma in un curioso esperimento tra parole e note.
Stefano inviterà infatti il lettore a scoprire due sue tracce di musica elettronica, nascoste nei meandri del web.

➳ Piccoli approfondimenti

Oltre al tema centrale della ricerca di se stessi, non mancano riferimenti ad argomenti attuali come il mito del successo, l'utilizzo smodato dei social network e i meccanismi dello show business.
Il romanzo è inoltre caratterizzato da una sperimentazione tra narrativa e note: il protagonista inviterà in due punti il lettore ad ascoltare la sua musica più autentica, nascosta nel web. Si tratta in realtà di due brani elettronici composti appositamente dall'autore, ai quali si accede attraverso i link presenti nell'ebook. Ascoltarli non è comunque necessario per seguire la trama, il cui centro rimane il percorso umano e artistico di Stefano.



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...